Siate eretici: l'eretico ha poche certezze e tante domande, l'unico modo per essere sempre in cammino

Impegno

Se lo yacht diventa lo spazio dove si discute di scelte che riguardano una comunità

Su quanto sta accadendo in Liguria e all’interno dell’amministrazione regionale  non spetta a nessuno dare giudizi sui risvolti penali, o emettere verdetti. La strada è lunga per dimostrare la colpevolezza

Viaggio tra la Bosnia e la Croazia. Pensieri lungo la via del ritorno…

A Srebrenica furono uccise più di 8.000 persone in una settimana… Sarajevo ha avuto oltre 10.000 morti ed è stata assediata per 1427 giorni… A Mostar la zona musulmana è

Il 25 Aprile a Sarajevo

La prima cosa che colpisce camminando lungo il centro di Sarajevo è la congiunzione chiara tra il pensiero occidentale, rappresentato dalla zona austro-ungarica della città e il pensiero orientale rappresentato

Viaggio in Bosnia, tra Srebrenica e Sarajevo: un cammino di morte e di liberazione

La strada che attraversa la Bosnia Erzegovina dal confine croato e conduce a Sarajevo passando per Srebrenica (nel luogo dove si è perpetrato il peggiore crimine di guerra in Europa

Aspettando il 25 Aprile…

La censura ad Antonio Scurati da parte della Rai al suo monologo per il 25 Aprile è solo l’ultima scelta compiuta da una destra che non riesce a fare i

Parlando di legalità e di giustizia…

In questa settimana ho avuto la fortuna di essere stato coinvolto in tre bellissimi incontri tra Montevarchi e Firenze… Martedì 9 aprile a Montevarchi alle Stanze Ulivieri ho partecipato all’incontro

Riscoprire la fraternità come azione politica

Recentemente ho partecipato a un incontro sul contrasto alle disuguaglianze sociali al quale è intervenuto don Mattia Ferrari cappellano della Ong Mediterranea. Si tratta di quella Ong che in queste

La pietra che chiude il sepolcro

Le ore che precedono la resurrezione di Gesù sono ore dove l’umanità è chiusa insieme al Cristo dentro al sepolcro. Sono il trionfo del nostro modo di intendere la vita

Don Luigi e la piazza dei centomila

Centomila persone hanno camminato lungo le strade di Roma, hanno ascoltato i nomi delle oltre 1000 vittime innocenti delle mafie, si sono raccolte in un silenzio assordante nel minuto dedicato

La preghiera laica di Libera nel giorno del 21 marzo

Ho sempre vissuto la giornata della Memoria e dell’impegno nel ricordo delle vittime innocenti delle mafie come un momento non tanto di lotta alle organizzazioni criminali, ma come uno spazio