Siate eretici: l'eretico ha poche certezze e tante domande, l'unico modo per essere sempre in cammino

spiritualità

La morte di Satnam simbolo del nostro declino

La vicenda della morte del bracciante agricolo indiano Satnam Singh in provincia di Latina lascia in tutti coloro che ancora hanno un minimo di coscienza una grande amarezza per la

Quel 13 giugno di 40 anni fa, al funerale di Enrico Berlinguer

Il 13 giugno 1984 Roma era una città caldissima. Fin dalle prime ore del giorno una fiume di persone si estendeva da via delle Botteghe Oscure fino ai Fori Imperiali

Dalla politica delle armi, alla politica del negoziato

Mentre le nostre vite sembrano scorrere normalmente e noi siamo presi dai nostri personali impegni e problemi tra momenti di gioia e di dolore, mentre la vita nelle nostre città

Bosnia, la terra del fallimento dell’Occidente

La strada che attraversa la Bosnia e l’Erzegovina da Srebrenica quasi al confine con la Serbia fino a dopo Mostar, vicino al confine con la Croazia è di rara bellezza.

Viaggio tra la Bosnia e la Croazia. Pensieri lungo la via del ritorno…

A Srebrenica furono uccise più di 8.000 persone in una settimana… Sarajevo ha avuto oltre 10.000 morti ed è stata assediata per 1427 giorni… A Mostar la zona musulmana è

Il 25 Aprile a Sarajevo

La prima cosa che colpisce camminando lungo il centro di Sarajevo è la congiunzione chiara tra il pensiero occidentale, rappresentato dalla zona austro-ungarica della città e il pensiero orientale rappresentato

Viaggio in Bosnia, tra Srebrenica e Sarajevo: un cammino di morte e di liberazione

La strada che attraversa la Bosnia Erzegovina dal confine croato e conduce a Sarajevo passando per Srebrenica (nel luogo dove si è perpetrato il peggiore crimine di guerra in Europa

La pietra che chiude il sepolcro

Le ore che precedono la resurrezione di Gesù sono ore dove l’umanità è chiusa insieme al Cristo dentro al sepolcro. Sono il trionfo del nostro modo di intendere la vita

Don Luigi e la piazza dei centomila

Centomila persone hanno camminato lungo le strade di Roma, hanno ascoltato i nomi delle oltre 1000 vittime innocenti delle mafie, si sono raccolte in un silenzio assordante nel minuto dedicato

La preghiera laica di Libera nel giorno del 21 marzo

Ho sempre vissuto la giornata della Memoria e dell’impegno nel ricordo delle vittime innocenti delle mafie come un momento non tanto di lotta alle organizzazioni criminali, ma come uno spazio