Siate eretici: l'eretico ha poche certezze e tante domande, l'unico modo per essere sempre in cammino

spiritualità

I manganelli non fermano i sogni dei nostri ragazzi

Difficile rimanere in silenzio quando i manganelli si alzano e colpiscono. Ancor di più quando quel corpo contundente si abbatte con forza sul volto, sulla testa, sulle spalle di un

Il senso di questo Natale

Caro Gesù bambino ancora una volta ci inviti a ricordare il giorno in cui tu sei venuto su questa terra per rinnovare l’alleanza di amore tra noi umani e voi

Non smettere mai di avere fame e sete di giustizia… lì sta il senso della nostra vita

È una di quelle sere in cui non si riesce a dormire perché ciò che è accaduto qualche ora prima, le parole che hai ascoltato ti sono entrate dentro e

Migranti, un governo indifendibile

Quale Dio intende difendere Giorgia Meloni? Dovrebbe porsi questa domanda la nostra premier, perché forse scoprirebbe che il Dio a cui lei pensa non è il Dio di cui ci

La scelta di Dio e il compito dell’umanità

Perchè Dio ha creato il mondo e le sue creature? E perchè ciascuna di esse, sia del mondo vegetale, che animale, che umano, è diversa dalle altre ed è unica?

L’educazione alla legalità, un cammino verso la giustizia

Si può parlare di legalità senza parlare di leggi, norme, e neanche di Costituzione? Si può pensare a ciò che avviene prima delle leggi che regolano il nostro modo di

Fare memoria vuol dire unire insieme sentimento e ragione

Lo scorso 5 agosto l’Anpi Provinciale di Arezzo ha organizzato un bellissimo evento dal titolo “Il fiore del partigiano”, inaugurando un cippo che dalla croce del Pratomagno si affaccia su

L’infinito che vive dentro di noi

Il film “Noi siamo infinito” racconta la storia di Charlie, un adolescente al primo anno delle superiori,  che sta ancora elaborando il suicidio del suo più caro amico e al

La bellezza di un uomo libero

Ci sono persone che hanno la capacità con le loro parole e i loro comportamenti di diventare degli esempi che entrano dentro la nostra coscienza e ci interrogano sulla nostra

L’arte dello scrivere nella scuola di Barbiana

Nel marzo del 1966, poco più di un anno prima di morire e quando ormai aveva la consapevolezza della gravità della sua malattia, don Lorenzo Milani scrisse una lettera a