Siate eretici: l'eretico ha poche certezze e tante domande, l'unico modo per essere sempre in cammino

Ragazzi e ragazze della Valdisieve e del Valdarno ai campi di E!state Liberi!

Sono partiti lunedì 1° agosto i 35 ragazzi/e (30 giovani minorenni e 5 accompagnatori maggiorenni) che si sono iscritti ai campi sui beni confiscati alle mafie del progetto “Valdarno – Valdisieve E!sate Liberi!”, con destinazione Sessa Aurunca e Castel Volturno.

Destinazione le attività che si svolgono all’interno di beni confiscati alle mafie gestite da cooperative sociali legate al consorzio Libera Terra, dove resteranno fino a domenica 7 agosto.

Hanno iniziato subito le loro attività e la loro esperienza confrontandosi con realtà, enti e associazioni che combattono le mafie, là dove esse sono radicate. Svolgeranno piccoli lavori, aiutando le cooperative nelle loro coltivazioni e produzioni, incontreranno il mondo associativo locale impegnato sul fronte sociale e civili, gli enti che cercano di contrastare il fenomeno mafioso.

Il progetto ricordiamo coinvolge 15 Amministrazioni Comunali del Valdarno Aretino e Fiorentino e della Valdisieve (Bucine, Castelfranco – Piandisco’, Cavriglia, , Laterina – Pergine Valdarno, Loro Ciuffenna, Montevarchi, San Giovanni Valdarno, Terranuova Bracciolini, Figline – Incisa Valdarno, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, San Godenzo), insieme al Coordinamento del Valdarno Superiore di Libera.

E’ sempre un momento emozionante veder partire un gruppo di ragazzi per i campi di “E!state Liberi!”, perchè, chi ha fatto questa esperienza, sa che da quei luoghi si torna sicuramente arricchiti, nell’anima, nel cuore e nella mente.

Ed è altrettanto bello vedere un progetto che cresce: “lo scorso anno i giovani erano 19, oggi sono 35; lo scorso anno era un solo territorio, il Valdarno, quest’anno si è aggiunto anche la Valdisieve; lo scorso anno erano 9 i comuni che hanno condiviso il progetto, quest’anno sono 15; lo scorso anno i ragazzi erano accompagnati nel loro percorso di restituzione da una sola compagnia teatrale, quest’anno saranno 2. Poi c’è anche il valore aggiunto della vicinanza al progetto anche del Consiglio Regionale della Toscana.

Siamo felici perché grazie al lavoro svolto le esperienze crescono, le amministrazioni comunali ampliano la loro sensibilità e conoscenza, Libera Nazionale ci è ancora più vicina, apprezza e stimola questo nostro progetto (uno dei pochi casi di questo genere in Italia dove tanti enti si mettono insieme per contribuire alla buona riuscita).

Siamo felici nel vedere che ci sono comunità che rispondono e capiscono l’importanza di far vivere ai nostri ragazzi un’esperienza che li aiuta a formarsi, a capire che è necessario anche il nostro personale impegno per cambiare questa nostra società.

Certo, è solo una piccola goccia nel mare della nostra vita, ma senza questa goccia saremmo comunque tutti più poveri…..

Mercoledì 3 agosto i ragazzi che si trovano a Sessa Aurunca e a Castel Volturno si ritroveranno insieme nel pomeriggio proprio a Castel Volturno durante il Festival dell’Impegno Civile in corso di svolgimento nella località campana, per un confronto sulle diverse esperienze che stanno vivendo.

In quell’occasione sarà presente anche una delegazione delle Amministrazione Comunali del Valdarno e della Valdisieve insieme al Coordinamento del Valdarno di Libera che si recherà in Campania per incontrare i ragazzi/e e i responsabili dei due campi.

Ricordiamo che i giovani hanno già iniziato, prima di partire, un percorso di conoscenza guidata da due compagnie teatrali (La Compagnia dell’Orsa di Reggello e l’Associazione Culturale Masaccio di San Giovanni Valdarno) che poi li accompagneranno nei prossimi mesi in un percorso di restituzione che coinvolgerà i territori e le scuole superiori del Valdarno e della Valdisieve.

Ringraziamo il Comune di Reggello che sta svolgendo l’attività di comune capofila del progetto, coinvolgendo i propri uffici nel seguire tutte le procedure relative alle iscrizioni e ai rapporti tra i comuni in un progetto che richiede anche un iter burocratico non semplice, visto il numero di enti coinvolti.

Ringraziamo Claudio Siciliano responsabile nazionale di Libera contro le Mafie per i campi di E!state Liberi! E i responsabili dei campi delle cooperative sociali che gestiscono i beni confiscati a Sessa Aurunca e Castel Volturno per la comprensione e disponibilità nel risolvere tutti i problemi.

Auguriamo ai ragazzi un felice soggiorno, la possibilità di poter vivere una esperienza che possa arricchirli da un punto di vista personale, venendo a contatto con realtà dove le mafie sono radicate, conoscendo chi ogni giorno le combatte e si mette in gioco, con la speranza che tutto ciò possa servire per una loro crescita sociale e civile.

Ringraziamo anche il Consiglio Regionale della Toscana per il Patrocinio concesso all’iniziativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: